SPAGNA 100 GIORNI DI DESTRA AL GOVERNO = SCIOPERO GENERALE

SPAGNA 100 GIORNI DI DESTRA AL GOVERNO = SCIOPERO GENERALE

REPORTAGE A CURA DI AUTONOMIA SPEZZINA

Solo 100 giorni sono bastati per fermare tutto !

Prima risposta del “pueblo” al nuovo governo del “Partido Popular (PP)” , recentemente eletto a governare una Spagna colpita duramente dalla crisi economica . Il 29 Marzo 2012 la gente é scesa in piazza per dire no ad una riforma delle leggi sul lavoro dichiarata anticostituzionale , riforma che in alcuni dei sui punti permette alle imprese di poter licenziare con piú facilitá e con meno costi per le proprie imprese , un esempio pratico se prima si pagavano i mesi come 30 giorni di indennizzazione su un anno lavorato ora se ne pagano 20 ! Altro punto forte di questa legge é che non si pagera l’indennizzazione a partire di un anno e un mese lavorato … esempio se tu hai lavorato solo 9 mesi in una impresa e te ne vai o ti cacciano se non arrivi a fare 13 mesi non ti pagano l’indennizzazione , totale che i grandi impresari faranno tutti cosi , questo si traduce in una grave precarietá e perdita di specializzazione sopra qualsiasi campo di lavoro .

Inoltre in questa riforma arriva una nuova alzata de l’IVA dal 16%, 3 anni fa che il “Partido Socialista” (PSOE) nel 2010 gia del 18%! Pero in questo 2012 passa ad essere del 20% cambiato dallo stesso PP che arrivato al governo ha fatto come prima cosa … quello che rimane da dire é che lo stesso PP é stato tutta la campagna elettorale dicendo che per nessun motivo avrebbe alzato l’IVA come punto cardine della sua propaganda …. quando si dice l’onesta !

In più si contano i vari scandali economici intorno al PP e alcuni anche da parte del PSOE, tipo regioni spremute di soldi fino in fondo come la “Comunidad Valenciana” da vari anni nelle mani del PP dove sono stati costruiti con soldi statali costruzioni Monumentali nelle quali sono stati spesi milioni di euro per capricci di un famoso architetto che era amico di qualcuno …. presupposti da 200000 euro che finivano costando 2 milioni e più … senza contare il mantenimento elettronico e di luci .

Nella stessa regione s’é construito il circuito di Formula Uno , ed un Areoporto che é stato inaugurato senza aerei più di un anno fa’ ed ancora adesso non é operativo perché nessuna compagnia di aerei vuole fare scalo li !!! Il politico promotore lo ha autodichiarato “l’areoporto della gente dove tutti possono venire a visitarlo e farsi una passeggiata sulle piste” … giudicate voi … una spesa inutile …. e di questi esempi ce ne sono in tutta spagna , qui sono due anni che é schioppata la bolla immobiliare un giro strano tra finanziamenti delle banche alle imprese di costruzioni di case e grandi opere …. c’era gente 4 anni fa che non aveva nessun titolo scolastico e magari guadagnavano 4000 o 5000 euro per fare il capomurattore …. una cosa un po strana che é durata molto tempo fino alla sua esplosione … gia non cèrano soldi per prestarli e tutti o quasi sono rimasti senza lavoro con ipoteche di case che si sono comprati sulle spalle … e se prima guadagnavano 3000 al mese con un mutuo di 1500 ora hanno solo il mutuo e se hanno figli forse gli danno 200 euro di aiuto dallo stato … fate voi cosi ce ne sono miglioni gente che non puo piú pagare il mutuo e le fatture e cosi da parechi anni ormai sono iniziati gli sfratti in massa con una consistenza che ne sono nati movimenti autonomi come questo: http://afectadosporlahipoteca.wordpress.com/ solo per questo tipo di problema in più le leggi qui non aiutano e in più di togliergli la casa rimangono con il debito in banca del mutuo che devono continuare a pagare e non guardano in faccia a nessuno non importa se hanno figli o se sono anziani vengono e li sbattono fuori di casa . Poi c’é il caso sanitario altro esempio di enorme scontento sociale, sono stati chiusi vari ospedali in tutta la Spagna e sopratutto in quasi tutti gli ospedali sono pochi i ricorsi economici e molte sale operatorie non possono operare per mancanza di medici o di medicine, gia alcune persone sono morte per questi problemi e sicuramente altre avranno grossi problemi per piú tempo di quello che poteva essere qualche anno fa . E non dimentichiamoci della scuola pubblica che come possiamo immaginare non é stata la favorita, basta questo ultimo dato quello che esce dai presupposti dello stato per questo anno entrante – 23% di soldi destinati all’instruzione , cosa che ha creato enorme dibattito appena dopo lo sciopero generale anche e sopratutto perche alla Casa Reale Spagnola (per chi non sapesse la Spagna é una Monarchia Democratica ) gli é stato destinato solo un -2% una differenza troppo grande per essere accettata quando già da un anno a questa parte ci sono scuole che non hanno soldi per pagare le bollette come aqua e luce dove gli scolari in inverno hanno fatto classi con il giubbotto. Ed infine altre leggi del governo precedente (PSOE) e quello presente (PP) a dispetto del medio e piccolo imprenditore ed a favore chiaramente delle grandi imprese delle quali poi come in italia sono tutti o presidenti o soci o finanziatori tra queste leggi mi piacerebbe distaccarne una in particolare la “LEY DEL TABACO” (legge del tabacco) considerata la piú dura d’europa che dal 1 gennaio 2011 entra in vigore e come gia da un buon tempo in italia ed altri stati europei vieta di fumare in luoghi pubblici bar,ristoranti, uffici ,scuole ecc… la particolaritá di questa legge é che é stata fatta parecchi anni dopo di per esempio quella italiana e stranezza dei fatti é stata fatta una attuazione identica nei valori e anche e soprattutto negli errori il piú clamoroso quello di modificare la legge un anno prima facendo costruire alla gente dentro dei loro locali prima una zona adatta a fumare con tutte le spese che necessita per poi cambiarla definitivamente una volta tutti erano adattati con la nuova …. un errore già commesso e troppo suonato per passare inosservato !

Con tutto questo peso e piú sulle spalle si arriva al 29 Marzo giorno dello sciopero generale chiamato da 2 dei maggiori sindacati lavorali spagnoli CCOO e UDT (che sono le copie spagnole di CGL ,CISL e UIL) e che hanno di fatto riempito tutte le piazze di tutte le grandi cittá spagnole dove ci sono state manifestazioni partecipate già dalle prime ore della giornata e dove già dalla mezzanotte sono iniziate le azioni dei “PIQUETES INFORMATIVOS” (Picchetti Informativi) che alle porte delle grandi aziende dei mercati e dalla mattinata per i negozi della cittá hanno rivedicato il diritto allo sciopero piú o meno pacificamente, solo in alcuni casi ci sono stati piccoli infrontamenti di chi voleva lavorare, contro a chi aveva deciso di non farlo e questa sensazione é stata presente , in tutte le cittá la tensione di chi per obbligo o per scelta stavano lavorando a chi aveva deciso di fermarsi , le proprie televisioni dipendendo da che canale dibattevano sopra se fosse necessario o no scioperare in questo momento di crisi , quelli che erano convinti che si contro a quelli del no sia i giorni anteriori che in quelli posteriori , era e sara chiaramente una sfida politica che andra avanti per un bel pezzo in tutte le cittá é stata una giornata di tranquillitá di manifestazione e di forti slogan contro il nuovo stato in tutte le cittá ancora non si é arrivati possibilmente ad una situazione insostenibile o forse si pero non c`é stato nessun tipo di atto simbolico per esprimere questa situazione in tutte tranne in Barcellona dove forse per il suo multiculturalismo o forse per la quantitá di gente per metro quadrado c´é stato un gruppo di 300/400 valenti autonomi catalani ma anche provenienti da altri stati come grecia , inghilterra ,francia ,e italia che hanno fatto della cittá un atto simbolico proprio per piú di 5 ore sono state fermate le strade con fiamme alimentate dai cassonetti simbolo della speculazione della dei rifiuti cosa esistente in Spagna , come in Italia sappiamo bene , sono stati simbolicamente incendiate le porte delle case della speculazione economica come La Borsa di Barcellona e le principali banche , e non si sono salvati le grandi compagnie come El Corte Ingles , Mc Donalds , Sturbucks uno dei quali tral’altro é stato incendiato completamente . Chiaramente tutto é rimasto li in piccoli atti simbolici applauditi dalla maggioranza della gente nel corteo anche se non involucrata nei fatti ma anche c’è da sottolinearlo ricriminati da alcuni degli stessi partecipanti allo sciopero che li dicharano troppo violenti ed inservibili ! Come ben sappiamo se tutta la gente che applaude e non si involucra e quelli che tacciano di violenti pur condividendo le idee in parte si unissero a questi “violenti” ed invece di entrare in una banca entrano nel parlamento con la stessa forza e cattiveria provocata da chi sta seduto sulla poltrona decidendo per gli altri si potrebbe davvero combiare qualcosa , e non accontentarsi di piccoli atti simbolici . Ma andiamo avanti a Barcellona la giornata inizia con alcune azione dei picchetti dorante la notte per il mercato per poi iniziare con le azioni degli autonomi gia da prima mattina … verso le ore 8:00 vari gruppi di autonomi hanno fermato il traffico della metro in vari punti di Barcellona dove distacchiamo la attuazione al Poble Nou che ha eclissato le altre con piu di 40 persone !!! metre le altre azioni come per esemio a la stazione di Bogartell sono state fatte da gruppi autonomi ancora piú piccoli ma sempre e comunque incazzati ! Verso le ore 12:00 personalmente mi unisco a un gruppo di autonomi che parte dalla calle Arago fino a raggiungere il corteo generale per unirsi ad altri guppi autonomi provenienti da altre parti della cittá … arriviamo appena dopo la prima attuazione poliziale alla Borsa di Barcellona dove é stato fatto un cordone con camionette per non far entrare piú nessuno dopo che sono stati bruciati pezzi di carta e di plastica alle porte …. vengo a sapere che da una camion della musica hanno sounato Balla Ciao e mi stupisco per due cose la camionetta e la canzone qui in spagna non é cosi normale vedere le camionette con il sound che parlano e la gente dei differenti gruppi dietro le stesse … e chiaramente Bella Ciao non sanno quasi nemmeno che cos’é pero questo mi fa piacere fa capire.
Quindi dopo saliamo compatti il Paseig de Gracia (Passaggio Di Grazia) ci sono gruppi numerosi di persone che placcano le vie e fermano le macchine che provano ad attraversare il corteo …. gruppi di attivisti seduti 30 /40 ogni incrocio , presenziamo anche alcuni inizi di nervosismi tra alcuni taxisti e menifestanti e sopratutto il particolare di un giovane (probabilmente fascistello o PPero come lo chiamano qui) che con la scusa di avere la madre malata , ha provato a mandarne lui qualcuno all’ospedale schiacciando sulla prima marcia … fermato , é stato fatto scendere …. e anche se é riuscito ad attraversare … lo ha fatto a piedi e con gente sul cofano …. nel frattempo arriviamo alla “Calle Diagonal” (Via Diagonale) e ci uniamo al corteo del CNT (storica formazione Anarchica Spagnola con sede a Barcellona) che seguono per la “Calle Diagonal ” dietro di noi si uniscono un gruppo di autonomi gia preparati e in breve arriva la prima tappa … una delle sedi del BBVA (una delle princilapi banche) dove viene fatta suonare un vecchio allarme manuale antibomba che portevano alla testa di questa manifestazione cosa che fa saltare dalle poltrone chi ancora era dentro a lavorare per ideologia, in questo caso sono sicuro che é stato per ideologia perché , in pochi momenti dalla stessa bancha (fatta di vetri) al secondo piano si affaciano vari lavoratori ed il piú valete di loro (o il piú scemo) inizia a inveirci con parole tipo “Hijos de Puta” (Figli Di Puttana) , “Cabrones”(Caproni) , “Ir A Trabajar” (Andate a Lavorare) e cose del genere unite da un grande dito medio … questa é stata da parte mia la miccia di tutto cio che si é scatenato dopo in primis contro la stessa banca che in breve é divetata mira per uova e aranci per poi passare ad esserlo di bastoni sassi e petardi uno dei quali ha sfaciato uno dei vetri della prima pianta …. e vi dicendo …. pero noi si continuava dietro agli anarchici ormai mischiati con gli autonomi e alcuni altri gruppi …. da quel punto in poi tutto cio che era un locale aperto , una banca , o cassonetti non sono rimasti inosservati , giriamo sulla sinistra su calle Balmes (via Balmes) , poi Calle Provença (Via Provença) e di nuovo ritorniamo a scendere a Passeig de Gracia … dietro di noi la nube di fumo inizia a salire sia dai cassonetti che dalle banche si torna a bloccare la Diagonal … questa volta presenziamo un altro bloccheo con forza da parte di un personaggio che alla fine ha avuto la peggio …. il fatto in questione é durato un secondo lui ha provato a passare pero non é stato possibilie e per sua sfortuna guidava una Porche … ha provato ad uscire al primo specchietto rotto …. pero nopn lo ha fatto piu nemmeno con il vetro d’avanti squarciato …., poco tempo sul Passeig de Grazia e in breve una ventina di furgonette dei Mossos DÈsquadra (La Nostra Celere) scende a tutta forza sulla folla provocando una onda di fuggi fuggi che disperde i vari gruppi …. sono ormai le 14 del pomeriggio … fino ad ora non sie erano quasi fatti vedere ma ora arrivano con tutta forza e inizialmente fanno varie manovre di dispersione ….. e sembra calmare gli animi era la fine ormai prevista per questa manifestazione parecchi di noi sono ritornati verso casa io compreso pero nel pomeriggio alle 18 era prevista una seconda manifestazione nella piazza Catalunya li le cose sono state un po differenti la gente gia veniva riscardata in tutta la cittá reggeva uno stato di nervosismo che si olfattava nell’aria … quelli che lavoravano comprese le “Forze Dell’Ordine” erano nervosi …. quelli che manifestavano erano nervosi e dalle 18 alle 22 di sera Barcellona é stata fatta campo di battaglia cassonetti, sassi , qualche palo contrastavano gli schudi , i lacrimogeni , i manganelli e le famose “BALAS DE GOMA” (Palle Di Gomma) nuova micidiale arma in dotazione alle forze del disordine che saranno le tristi protagoniste di questa giornata …. Bruciano le porte del Corte Ingles (famoso centro commerciale) ed uno Sturbucks brucia completamente continuano alcune manifestazioni pacifiche pero in certi punti della cittá continuano gli scontri … la peggio notizia é che due compagni Italiani perderanno la vista (per l’ennesima volta) per colpa di queste famose Balas de Goma e si uniscono alla triste lista di ormai 7 vittime (una mortale alcuni giorni dopo lo sciopero in una partita di calcio) colpite all’occhio che hanno provocato la perdita dello stesso ! (ne é nata una associazione per abolirne l’uso si puo vedere a questa direzione http://stopbalesdegoma.org/ ) io finalmente verso le 20 mi riunisco alla manifestazione generale che ormai passa per la Via Laietana e salgo fino alla Plaza Urqinaona (Piazza Urquinaona) dove vedo sulla sisistra fumo nero unito a fumo bianco mi fermo e vedo che succede …. avanzano , qualcuno scappa ….. e quando arrivano non sono pacifici …… dispersione generale …. mi unisco ad un gruppo di amici che incontro e salimo fino alla manifestazione generale che era sulla Gran Via in quel momento ormai le 21 della notte ci dirigiamo verso la Plaza de Glories ….. caminando lentamente , cé ancora qualcuno che si siede per non far passare le macchine ma non come prima …. come abbiamo visto alla mattina … arrivati verso la Plaza Tetuan io mi direziono verso casa , ma nel centro continueranno gli scontri per piú di un’ora …. finisce la giornata ormai , solo rimane che vedere i numeri e le conseguenze di tutto questo ….. dai primi giornali e dalle prime notizie si apprende che la giornata é stata un pieno generale ma anche che Barcellona é stata la unica cittá che ha alzato i toni , e quella che ha terminato con piú feriti ! Si inizia ad apprendere che il governo a risposto negativamente a tutto cio dicendo che non cambieranno niente di cio che hanno deciso e questo non fa altro che aumentare il desconteto generale e fa capire che per le prissime generazioni sara difficile trovare aggradabile un posto di lavoro sapendo che ti possono cacciare con tutta facilitá …. sinceramente e personalmete per certi particolari e certe cose importanti per la libertá personale la Spagna é meglio che L’italia per questo sono qui a vivere … pero ci sono cose che non si differenzano dalle ingiustizie internazionali che come in italia anche qui seguono in crescitá e intanto cacciano 1000 medici dagli ospedali 2000 professori dalle scuole e fanno posto in ogni grande citta a 1500 posti poliziali per entrare a far parte del loro gioco . Vedremo cosa succedera ! Intanto questo sciopero generale lascia 74 arrestati uno dei quali al giorno di oggi in prigione e gli altri rilasciati con le varie resrizzioni poliziali 80 feriti 41 polizia 39 manifestanti quasi 300 contenitori bruciati e medio milglion di euro di danni altro dato importante per la prima volta in 16 anni sono stati utilizzati i gas lacrimogeni dicono i media facendo il bilancio di questa giornata di sciopero !

DAL CORRISPONDETE A BARCELLONA Ale

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: