INFO

Per info, suggerimenti, critiche  o contatti compi la il form oppure scrivi ad:

autonomiaspezzina@bruttocarattere.org

Comments
5 Responses to “INFO”
  1. sid ha detto:

    ciao cumpa…

    non ci conosciamo e mi dispiace..
    so di milano e sto tra le le altre alla piscina occupata ex bottiglieria stamperia..se capitate a milano passate a fare un giro… vale anche per noi…

    intanto datevi un occhiata a questo

    scioperoirreversibile.noblogs.org

    a presto

    see you on the barricades

  2. nihil ha detto:

    non capisco il vostro uso dei termini, qual’è il vostro progetto-ideale politico?
    se si parla di classe operaia e tutto per nostalgia delle grandi lotte di classe è comprensibile, ma deve essere chiaro che i tempi sono completamente cambiati. Il capitalismo ha veramente migliorato le cose, se l’analisi è ristretta all’Italia, dove la povertà è stata diminuita drasticamente, e appunto classi povere per definizione come il proletariato, sono sparite. Non è altrettanto diminuita la differenza tra ricchi e “poveri”, magari, ma almeno, “tutti possono mangiare”. Così è giusto reclamare il potere anche per le classi più basse, ma senza presentarlo come se si reclamasse il pane per mangiare, perchè quello lo hanno tutti. Inoltre secondo me si ripresentano le tematiche di scontro tra classi nel panorama internazionale, considerando le classi come classi di nazioni. Ancora adesso è evidente che la classe degli stati “civilizzati”(scusate il termine) sfrutta e sottomette (sia economicamente che “moralmente) la classe degli stati poveri.
    Scusate la piccola riflessione sullo scontro di classe nella attualità, ma gradirei sapere la vostra opinione su questo.

    • nessuno77m ha detto:

      Intanto inizio subito col dirti, che il tuo testo è incomprensibile e pieno di contraddizzioni. Incomprensibile perchè non è accettabile leggere: ” Il capitalismo ha veramente migliorato le cose, se l’analisi è ristretta all’Italia, dove la povertà è stata diminuita drasticamente, e appunto classi povere per definizione come il proletariato, sono sparite”, questo è un pensiero espresso la settimana scorsa da Gasparri (la merda), ciò vale a dire, che non hai le idee ben chiare su cosa sia il capitalismo globale = globalizzazione, da cui poi deriva il capitalismo minimo, cioè il capitalismo globale suddiviso in fette, dove ogni stato è partecipe alla mangiata. Ogni fetta prende il nome di capitaliso minimo che farà sempre capo però al benessere della globalizzazione, alla multinazionale se non al capitale della multinazionale. Detto questo, non è il proletariato ad essere sparito, perchè se realmente fosse così allora avresti ragione nel dire che la povertà è diminuita, il proletario di una volta esiste ancora, ma non ha piu forze per combattere, questo la dice lunga sul fatto che dovrebbe esserci un ricambio generazionale, ma non c’è stato o solo in minima parte oggi se ne vedeno i frutti,di sicuro non è per merito tuo e del tuo capitalismo buono, che abbiamo un pezzo di pane. L a realtà dei fatti dovrebbe essere evidente, i danni e la distruzione delle menti che ha causto il capitalismo è davanti agli occhi di tutti, ma forse a qualcuno mancano giusto gli occhi per vedere tutto questo, ed a questo qualcuno manca anche la schiena per sopportare il peso della crisi, del portafoglio vuoto, del pane che MANCA, degli strozzini che sfrattano famiglie in nome di EQUITALIA, della situazione mondiale capitalistica che sputa sui contratti lavorativi indeterminati con l’abolizione dell’art. 18, contratti a progetto ( di morte), contratti a chiamata ( quando arriva) ed i figli devono mangiare comunque anche se il telefono non squilla, assunzioni in nero dove rischi di non essere ne pagato ne tenuto a lavorare a tempo prolungato e se muori? Sei solo l’ennesima morte bianca, 2 secondi di notizia al tg locale se va bene, poi via nel cesso, ecco il proletariato ed ecco il tuo CAPITALIMSO BUONO che ha sconfitto povertà e fa mangiare tutti , certo peccato mangino sempre gli stessi. Dove vivi ? Dove sei nato? Rendi partecipe quella parte d’Italia a trovare la soluzione e ad entrare nel tuo ennesimo capitalismo sfamabocche.. Si parla di classe quando si intende una ragione sociale, non quando si parla di stati più o meno civilizzati, ecco un’ altra tua contraddizzione :” stati “civilizzati”(scusate il termine) sfrutta e sottomette (sia economicamente che “moralmente) la classe degli stati poveri.”
      E questo??? Questo si chiama STATO DEL CAPITALE, non classe di stato, ma anche no. Vedi ha iniziato con elogiare il tuo capitalismo, ed infine hai finito per affondare tu stesso il colpo di grazia al tuo capitalismo perbenista.. IL CAPITALISMO NON E’ UN CENTRO BENESSERE, DI CAPITALISMO SI MUORE.. ciao guagliù

  3. matteo ha detto:

    La Spezia, 13 ottobre 2011 – Un operazio di 52 anni, E. M. rimasto gravemente ferito durante il lavoro, è ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale Sant’Andrea, a La Spezia.

    L’incidente è avvenuto all’interno del deposito autobus Atc di via Lunigiana, nel quartiere di Mazzetta. L’uomo, dipendente dell’ azienda di pulizia e manutenzione dei mezzi pubblici, è rimasto schiacciato tra due autobus, riportando la frattura del bacino.

    L’operaio spezzino doveva aprire il cofano posteriore di un autobus, ma un altro mezzo, troppo vicino, glielo impediva. Un autista ha così messo in moto il bus di intralcio per spostarlo, per errore invece di inserire la retromarcia ha inserito la prima. L’operaio è rimasto schiacciato tra i due veicoli.

    ALTRO decesso sul lavoro

    Visto e considerato che il segretario della CGIL Cimino dovrebbe essre il candiato alle elezioni amministrativ eriguardante la Presidenza della Provincia, dovrà anzi è obbligato a spiegare che cosa ha fatto per i morti sul lavoro.
    Matteo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: